il progetto a scuola


 

IL PROGETTO IN DUE PAROLE

«Spesso a scuola i ragazzi imparano per imparare, ma non capiscono perché. Invece nel compito di realtà vedono che i linguaggi delle discipline sono necessari. Il fare è veicolo del pensiero». Disegnare il futuro porta in classe esperti atelieristi.
Gli effetti? Misurati. I ragazzi stanno meglio a scuola, che è il primo fattore per prevenire la dispersione.

Disegnare il futuro è un progetto di prevenzione della dispersione scolastica avviato nel settembre 2015 da Rete Disegnare il futuro con il sostegno di Fondazione San Zeno. Coinvolge 8 istituti comprensivi di Verona e provincia, iniziando con 9 classi iniziali arrivate in questo anno scolastico a 27 (12 della scuola primaria e 15 della secondaria di I grado), per un totale di circa 550 alunni e oltre 60 docenti coinvolti, 1.200 ore di intervento curricolare e 800 extracurricolare già realizzate.
A settembre 2018 il progetto crescerà amplierà la sua fase sperimentale arrivando a coinvolgere 12 istituti comprensivi e progressivamente 41 classi.

OBIETTIVO
L’obiettivo è promuovere la motivazione all’impegno e lo stare bene a scuola. Lo strumento è generare un processo di profonda innovazione attraverso la pratica della didattica laboratoriale. I docenti partecipano a percorsi di formazione che investono sia l’ambito didattico-metodologico che quello comunicativo/relazionale (gestione del gruppo e collaborazione con i colleghi). Il team degli insegnanti progetta Unità di Apprendimento e coinvolge, nella loro attuazione, atelieristi esterni che, attraverso la pratica laboratoriale, supportano i docenti nel percorso di innovazione metodologica e coinvolgono attivamente gli alunni rendendoli protagonisti  dell’imparare facendo.

VALUTAZIONE
Il monitoraggio del Modello è affidato all’Istituto Italiano di Valutazione di Milano che elabora i dati raccolti, ex ante ed ex post, attraverso la rilevazione delle dimensioni significative del Progetto, sia nelle classi sperimentali che nelle rispettive classi di controllo. I risultati che emergono nella sezione degli Esiti dei percorsi e che riguardano il piano didattico, psicopedagogico ed il benessere percepito, sono incoraggianti.

Le scuole coinvolte
I.C. n. 2 Saval – Parona (I.C. Capofila)
I.C. 05 S. Lucia
I.C. n. 06 Chievo – Bassona – Borgo Nuovo
I.C. n. 10 Borgo Roma Est
I.C. n. 19 Santa Croce
I.C. Stadio – Borgo Milano
I.C. Bardolino Falcone – Borsellino

Maggiori informazioni sul progetto